skip to Main Content
Addio Matita Sopraccigliare!

Addio matita sopraccigliare!

Se gli occhi sono un bel quadro, le sopracciglia sono la cornice e insieme determinano la bellezza e l’intensità di uno sguardo. Oggi sempre più donne hanno inserito nel loro beauty-case le matite che disegnano e truccano le sopracciglia e la loro armonia con il viso le rendono ormai non più un vezzo ma una necessità. Ma i tempi occidentali sono molto stressanti e le donne sono quotidianamente costrette a fare cose semplici e veloci. Però sappiamo pure che un buon make-up ha bisogno di tempo, quello che la donna non ha più nella sua routine giornaliera.

Dall’Oriente ci viene in aiuto una tecnica di trucco semipermanente che ci libera dalla schiavitù di disegnare quotidianamente le sopracciglia lasciandoci sul viso un disegno molto naturale: il microblading.

Questo metodo consiste nell’inserire all’interno dell’epidermide dei pigmenti attraverso un manipolo sul quale è montata una struttura fatta a ventaglio e formata da tanti sottilissimi aghi. Questi aghetti allineati uno vicino all’altro hanno forme differenti a seconda del tipo di pelle che si deve incidere e del risultato che si vuole ottenere. Il ventaglietto di aghi viene intinto nel colore e la professionista specializzata effettua dei piccoli graffi che permettono al pigmento di depositarsi nell’epidermide, disegnando così dei piccoli tratti di colore molto simili al pelo, ecco perché il risultato che si ottiene è molto naturale. Capiamo così da dove deriva il nome di questa tecnica e cioè proprio dalla presenza di piccolissime (micro) lame (blades).

I pigmenti su base minerale che si usano nel Microblading sono completamente diversi da quelli usati per i tatuaggi perché essi devono essere riassorbibili. Per questo si parla di trucco semipermanente, proprio perché nel tempo i disegni delle sopracciglia possono essere modificati a differenza dei tatuaggi che possono sbiadirsi negli anni ma rimangono sempre presenti. Questa loro caratteristica così raffinata li rende più costosi rispetto ai pigmenti dei tatuaggi e quindi anche il prezzo delle sedute è coerente con il costo della materia prima.

Non è da sottovalutare questa peculiarità dei pigmenti bio-riassorbibili, perché ciò permette di rimanere aderenti alla nostra fisionomia e di restare coerenti con le mode del momento, non ritrovandosi incastrati in linee e gusti sorpassati. Si renderà necessario nel tempo effettuare dei ritocchi per mantenere ben delineato il disegno e soprattutto mantenere un colore sempre brillante.

Del resto, il Microblading è un trattamento che non comporta effetti collaterali, non risulta essere doloroso e, a parte la comparsa eventuale di piccolissime crosticine o arrossamenti localizzati, il tutto è assolutamente transitorio e si risolve in pochissimi giorni con l’applicazione di una crema emolliente e lenitiva.

Il Microblading è un tipo di trattamento che può essere fatto in qualunque stagione dell’anno e lo possono fare tutti, tranne chi ha particolari problematiche alla pelle, come per esempio dermatite atopica, psoriasi, rosacea o eczemi.

La durata del risultato dipende da molti fattori che vanno dall’età, al tipo di pelle, dalle abitudini di vita allo stato di salute. Sicuramente i tempi tra un ritocco e l’altro si accorciano per tutte quelle persone che svolgono un’attività sportiva a stretto contatto con l’acqua sia essa di piscina o di mare, chi espone la pelle molto al sole o chi è uso fare dei peeling agli acidi sul viso.

L’importante è rivolgersi a professionisti specializzati e altamente professionali, dove la cura dell’igiene e la sterilità dell’ambiente sono tenute in grandissima considerazione, così riuscirete a ottenere un buonissimo risultato e sarete libere dalla schiavitù di truccare e disegnare una delle parti più importanti del viso per esaltare gli occhi, da sempre specchio dell’anima.

Close search

Carrello

Back To Top